venerdì 22 giugno 2012

Recensione: Firelight di Sophie Jordan


Titolo: Firelight
Autore: Sophie Jordan
Editore: Piemme
Pagine: 336 pag.
Collana: FREEWAY
ISBN: 9788856621150

Trama: Discendiamo dai draghi. Siamo dei mutaforma che hanno sviluppato la capacità di apparire umani per sfuggire ai Cacciatori. Viviamo nascosti nelle foreste remote, volando solo di notte, dispiegando le ali quando nessuno può vederci. Siamo Draki. Io mi chiamo Jacinda e sono il tesoro del mio branco, l'unica capace di soffiare ancora fuoco. Ma dopo aver infranto per l'ennesima volta le regole che proteggono la vita della nostra comunità, sono stata costretta a fuggire insieme a mia madre e mia sorella. Ci siamo sepolte vive in un'anonima cittadina, dove sono costretta a mantenere l'aspetto umano con il rischio di dimenticare la mia vera natura. Finché non mi sono ritrovata nella stessa scuola del mio Cacciatore. È possibile una simile coincidenza? Oppure questo bellissimo e pericoloso ragazzo non è quello che la sua famiglia vorrebbe far credere?

Voto: 3.5/5

La mia recensione:
Ho deciso di leggerlo
per curiosità...
Non male.

Finalmente torno con una recensione! È tempo di esame di maturità, quindi mi sono presa un po' di tempo (lunedì ho la terza prova!). Ad ogni modo è passato circa un mesetto da quando ho letto Firelight e sono stata contenta di scoprire che bene o male ricordo ancora chiaramente Jacinda e Will!
Ebbene, diciamo che non è poi nulla di nuovo questo libro, se non per la particolare creatura che è Jacinda: una Draki.

I Draki sono creature che discendono dai draghi e negli anni sono riusciti a sviluppare la capacità di mutare forma e trasformarsi in umani per potersi confondere e non essere cacciati, perché la pelle di Draki è molto richiesta. Tuttavia, i Draki vivono in un'unica comunità e hanno delle regole rigide: ci si trasforma da umani a Draki solo di notte. 

Jacinda, gemella di Tamra, è una Draki un po' capricciosa e ribelle: non rispetta la regola fondamentale. Così un giorno viene braccata dai cacciatori che la costringono a nascondersi in una grotta, dove incontrerà per la prima volta Will, uno dei cacciatori, affascinante e bello, che le risparmia la vita.

Quando Jacinda viene scoperta, però, accade l'inevitabile: deve essere severamente punita. Per questo motivo, la madre di Jacinda decide di scappare dalla riserva dei Draki e di trasferirsi altrove, anche a costo di uccidere la vera natura di sua figlia, costringendola ad essere un'umana per sempre.
Ma, nella nuova scuola, Jacinda incontra Will, il cacciatore che l'aveva risparmiata ma che, ovviamente, non conosce la sua vera natura.

Per Jacinda, quindi, comincia una lotta contro la sua curiosità nei confronti di Will, che riaccende il Draki che è in lei, e la paura di quello che Will potrebbe fare, se scoprisse chi è, o meglio, cos'è realmente. In più, in cuor suo, sa che i suoi compagni la cercheranno e, inevitabilmente, la troveranno. L'unica cosa che le rimane è prepararsi al futuro incerto che l'attende.

Firelight tutto sommato è stata una bella lettura, davvero. Come ho già detto non è nulla di rivoluzionario, però piacevole. La consiglio a chi ha voglia di leggersi un libro in tutta tranquillità, che non sia impegnativo, ma che abbia una storia d'amore!

4 commenti:

  1. Per me 3 stelline, lettura poco impegnativa, protagonista anche un pelo irritante, però è un libro che si legge, questo sì. Mi aspettavo un po' di più, visto l'originalità della storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì beh, lo so che 4 stelle era eccessivo, ma preferisco Firelight a Starcrossed, per esempio, che invece di essere una storia assolutamente "innovativa e originale" ha ricalcato a grandi linee la struttura di twilight (la famiglia, il personaggio melenso) senza neanche caratterizzare come si deve i personaggi... :D
      Però sì, carino tutto sommato.. Spero in Vanish!

      Elimina
  2. Starcrosse lo devo leggere, ma non è che mi attiri troppo XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NON FARLO. DAVVERO, LEGGI ALTRO.

      Elimina